martedì 9 febbraio 2010

La giacca stregata

Recensione di Mattia

La giacca stregata è un racconto fantastico scritto da Dino Buzzati. La vicenda ha inizio a casa di un sarto.
I personaggi principali sono il sarto Alfonso Corticella e il protagonista.
Trama. Il protagonista andò a casa del sarto Corticella per farsi confezionare un vestito. Dopo una ventina di giorni, il vestito era pronto e il protagonista lo indossò per andare al lavoro. In ufficio, con stupore, come metteva la mano all'interno della giacca estraeva delle banconote da dieci mila lire. Le banconote uscirono dalla giacca anche dopo che il protagonista era tornato a casa. La mattina dopo, sui giornali c'era scritto che era avvenuta una rapina ed erano stati rubati cinque milioni. La stessa somma che aveva estratto dalle sue tasche.
Il protagonista, anche se rimase perplesso, la sera seguitò ad estrarre il denaro dalla giacca fino ad ottenere altri centotrentacinque milioni. Al mattino, sul giornale c'era scritto che nella notte era avvenuto un incendio dove erano state bruciate delle casseforti con dentro centotrentacinque milioni ed erano morti due pompieri.
L'uomo, anche se sapeva che tutti quei delitti erano causati dalla giacca, seguitava ad estrarre denaro e a diventare sempre più ricco, finché un giorno una pensionata si uccise perchè aveva perso le sue trenta mila lire.
Il protagonista allora andò in montagna e bruciò la giacca. Come sparì la giacca, sparirono tutte le sue ricchezze. L'uomo dovette tornare al suo vecchio lavoro andando avanti a malapena.
Commento. Questo racconto, ci fa capire come molte persone non guardano in faccia a nessuno di fronte al denaro. Infatti più soldi hanno e più ne vogliono, senza pensare alle conseguenze. In questo caso, il protagonista si è fermato a riflettere e ha capito che è meglio non possedere nulla piuttosto che far del male a delle persone innocenti.
Valutazione. Il racconto è fantastico, è facile capirlo per chi lo legge e ci fa comprendere che l'egoismo è una brutta cosa e che bisogna pensare bene alle nostre azioni prima di fare dei danni agli altri. La storia è interessante perché dà un insegnamento che vale per la vita.

3 commenti:

  1. Bellissimo testo complimenti per il sito,Dino Buzzati e la casa editrice Mondadori!

    RispondiElimina